Comunicato stampa del 20 Luglio 2019

BANCA CIS-CREDITO INDUSTRIALE SAMMARINESE S.P.A.

in Amministrazione Straordinaria

Il Commissario Straordinario, prof. avv. Sido Bonfatti, comunica quanto segue:

1. a decorrere dalle ore 00:00 del 22 luglio 2019 il provvedimento di “sospensione dei pagamenti” e di “sospensione dei diritti di restituzione degli strumenti finanziari”, già adottato nei confronti di Banca CIS-Credito Industriale Sammarinese, cesserà di produrre i suoi effetti.
2. a decorrere dal 22 luglio 2019 la Amministrazione Straordinaria disposta nei confronti di Banca CIS-Credito Industriale Sammarinese S.p.A. sarà cessata.
3. a decorrere dal 22 luglio 2019 la Banca CIS-Credito Industriale Sammarinese è assoggettata alla procedura di “Risoluzione”, ai sensi e per gli effetti di quanto disposto dalla legge 14 giugno 2019, n. 102.
4. A decorrere dal 22 luglio 2019 l’attività bancaria di Banca CIS-Credito Industriale Sammarinese proseguirà regolarmente – con la conseguenza che le somme depositate a far tempo da tale data saranno immediatamente ed incondizionatamente disponibili - , con le seguenti precisazioni:

  1. la Banca CIS assumerà la denominazione di Banca Nazionale Sammarinese (BNS) S.p.A.
  2. la Banca Centrale di San Marino assumerà il ruolo di proprietario di BNS al 100%
  3. l’attuale Commissario Straordinario di Banca CIS mantiene la funzione di Organo di Amministrazione (in qualità di Amministratore Speciale) di BNS ai sensi e per gli effetti dell’articolo 4 della legge n. 102/2019
  4. l’attuale Comitato di Sorveglianza di Banca CIS mantiene la funzione di Organo di Controllo di BNS , ai sensi e per gli effetti dell’articolo 4 della legge n. 102/2019 (previa sostituzione del membro Dottor John Mazza – già dimissionario per sopraggiunta causa di incompatibilità – con la Dott.ssa Francesca Mularoni)
  5. le passività di Banca CIS nei confronti dei Fondi Pensione (Fondo di Accantonamento Gestione Pensione e FONDISS) sono trasferite al “Veicolo Pubblico di Segregazione Fondi Pensione S.p.A.”, controllato dallo Stato, insieme ad attività individuate ai sensi e per gli effetti della legge 16 luglio 2019, n. 115
  6. la Procedura di Amministrazione Straordinaria e le banche: Banca Agricola Commerciale S.p.A.; Banca di San Marino S.p.A.; e Banca Sammarinese di Investimento S.p.A. hanno definito i termini essenziali di un Accordo in forza del quale le passività di Banca CIS verso i correntisti e verso i depositanti protetti di cui all’art. 100 della legge 165/2005 (LISF), sino all’importo di euro 100.000 per ciascun Cliente, saranno trasferite da Banca CIS alle tre banche menzionate
  7. a far tempo dal giorno del perfezionamento dei processi di “migrazione informatica”- che sono già stati avviati, e di cui sarà dato tempestivo avviso, con la precisazione, per ciascun Cliente, della Banca e della Filiale presso la quale il suo “deposito protetto” sarà stato trasferito – presso le tre banche sammarinesi sopra menzionate i “depositi protetti” così trasferiti saranno immediatamente ed integralmente disponibili per i Clienti (nel precisato importo di euro 100.000,00), senza alcun limite
  8. nel corso dei processi di “migrazione informatica” verranno verificati i presupposti per garantire la continuità della prestazione dei servizi di pagamento, oggi utilizzati dai Clienti presso Banca CIS
  9. le passività di Banca CIS verso soggetti diversi dai correntisti e dai depositanti, nonché l’eventuale importo dei depositi eccedente l’ammontare di euro 100.000, saranno convertiti in obbligazioni di Banca Nazionale Sammarinese, rimborsabili a scadenze variabili in relazione all’entità delle singole passività, come da dettaglio pubblicato sul sito di BNS e disponibile in tutte le Filiali della banca a partire dalla mattina del 22 luglio. Tali passività rimangono garantite integralmente dallo Stato ai sensi per gli effetti di quanto previsto dalla Legge n. 102/2019.
  10. I titoli dei Clienti emessi da soggetti terzi (quindi diversi da: obbligazioni della Banca CIS; Certificati di Deposito della Banca CIS) potranno essere liquidati su richiesta dei Clienti immediatamente, ferme restando le limitazioni previste dalla Legge n. 102/2019

5. Tutti gli attuali dipendenti di Banca CIS Credito Industriale Sammarinese rimarranno in servizio presso Banca Nazionale Sammarinese.

6. La Banca Nazionale Sammarinese pubblicherà sul proprio sito un documento contenente le risposte alle domande di chiarimenti piu’ frequenti (Q&A), aggiornandolo al procedere del programma di risoluzione, per mantenere pienamente aggiornata la clientela.

BNS rende comunque disponibile, per le urgenze che non possano essere soddisfatte attraverso il contatto diretto con le filiali della banca, un servizio di informazione presso l’ufficio organizzazione, raggiungibile al numero 0549.87.41.55.